“L’OLIMPIA NON È ANCORA REAL MA MADRID CON NOI DOVRÀ SUDARE”

Olimpia Milano 2013-14Il fascino della storia che permea Olimpia Milano e Real Madrid si perde nella notte dei tempi, dalle prima sfida del 1964 in cui le “merengues” vinsero la semifinale di Coppa Campioni, al quarto di finale del 1966 che invece vide un’incredibile rimonta dei biancorossi che da li si slanciarono verso il primo trionfo europeo. Delle sei sfide nella nuova Eurolega l’Emporio Armani ha vinto solo una volta nel 2008, la sfida più recente è datata 1° dicembre 2011 quando il Real Madrid sbancò per l’ultima volta il Forum con 19 punti di Sergio Rodriguez.
Sarà ancora il “barbudo” playmaker spagnolo a guidare il Real Madrid in cabina di regia, ma soprattutto l’Olimpia troverà di fronte il suo ex pivot Ioannis Bourousis che nelle prime due gare ha viaggia- to a 7 punti e 6 rimbalzi di media. «IL CALENDARIO di Eurolega ci propone una sfida molto affascinante – dice coach Luca Banchi, la storia attuale, però, è quella di due squadre che hanno un vissuto profondamente diverso, tanti cambiamenti per noi e continuità per i nostri avversari. Dopo una stagione trionfale, il Real ha mantenuto inalterata la rosa e ha avuto un inizio di stagione importante, imbattuto sia in campionato che in Eurolega (una vittoria di 20 e una di 40, ndr)». Di ex “italiano” c’è anche Jaycee Carroll che giocò a Teramo sia con Moss che con Cerella, ma l’EA7 dovrà stare attenta un po’ in tutti i reparti con Sergio Llull miglior realizzatore a 16.5 di media e i talen-tuosi Rudy Fernandez e Nikola Mirotic a fare la differenza, come l’eterno Felipe Reyes sotto le plance. La curiosità è la presenza di Salali Mejri che con il match giocato settimana scorsa è diventato il primo tunisino della storia a giocare in Eurolega: «I pericoli principali sono il grande talento – continua Banchi – giocatori capaci di segnare in campo aperto, quindi sarà fondamentale controllare il ritmo e limitare gli errori. È un momento particolare, abbiamo tanti infortuni, arriviamo un po’ condizionati, ma c’è un grandissimo desiderio nel gruppo di misurarsi con i migliori, vedere a che punto siamo e cosa ci manca per aspirare all’eccellenza». L’Olimpia infatti sarà ancora priva di Gigli (rientro a breve) e Kangur, mentre stringeranno i denti sia Gentile (ancora problemi all’anca) che Langford, tornato malconcio alla caviglia dal match di Caserta.Diretta televisiva alle ore 20.45 su Sky Sport2 e su Radio Hinterland (94.6 fm, www.radiohinterland.com).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>