OLIMPIA, È UN CALCIO DI RIGORE. EA7 vs Strasburgo radiocronaca in esclusiva su Radio Hinterland

Milano-VaresePRATICAMENTE come bersi un sorso d’acqua, è già finito il girone di andata di Eurolega. In un solo mese si arriva al primo giro di boa della massima manifestazione continentale e l’Olimpia ha tra le mura amiche un’occasione d’oro per iniziare ad ipotecare il passaggio del turno o se non altro eliminare di fatto dai giochi almeno il primo avversario. Si tratta dei francesi dello Strasburgo che non hanno ancora vinto una partita in questa stagione, mentre con un successo i biancorossi arriverebbero a quota 3 allungando su di loro e sugli inseguitori dello Zalgiris Kaunas. Proprio per questo è davvero molto importante il match che si disputa questa sera alle 20.30 al Forum di Assago con la squadra di coach Luca Banchi vogliosa di rialzarsi anche dopo il ko di Bologna. «Non sarà una partita semplice, anzi – dice il coach milanese – loro sono una nostra concorrente per il passaggio del turno. La presenza di Ajinca sotto canestro è pesante. Loro daranno anche più del massimo visto che non hanno ancora vinto e non possono permettersi una sconfitta, per questo dovremo essere veramente concentrati». I francesi stanno faticando anche nel campionato nazionale dove si trovano solo al settimo posto con 4 vittorie su 7 match uscendo sconfitti anche nell’ultima gara contro il Paris-Levallois. I biancorossi possono contare su Alexis Ajinca, pivot di 215 cm con esperienza NBA a Toronto, Dallas e Charlotte, che sta viaggiando a 20.3 punti a partita risultando il miglior realizzatore dell’intera Eurolega tirando con il 59%. E’ l’unico giocatore in doppia cifra, però, per la squadra allenata dal coach della nazionale francese campione d’Europa Vincent Col-let, visto che il secondo è l’americano Kevin Murphy che ne segna solo 6.8 in un gruppo che è il terzo peggior attacco dell’intera competizione. «L’aspetto mentale sarà decisivo – dice capitan Alessandro Gentile – dobbiamo stare concentrati e non pensare che Strasburgo non ha ancora vinto una partita, perchè la cosa non riflette il loro valore reale». Massima attenzione dunque sul match di questa sera per i biancorossi che poi lavoreranno nel weekend in vista del ritorno in campionato sul campo di Venezia. Ci sarà poco da preparare sugli avversari, però, visto che i biancorossi terranno a battesimo la prima partita del nuovo coach Zare Markovski, ex anche dei milanesi visto che allenò l’allora Armani Jeans nel primissimo scorcio della stagione 2007-2008. (Sandro Pugliese)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>