MILANO, CLASSICA CON BOLOGNA. In diretta su Radio Hinterland

cerellaTermina con una delle sfide più storiche del basket italiano l’anno solare 2014. Da questo giugno si può dire quella con 41 scudetti da dividersi tra le due formazioni visto il ritorno al successo tricolore dell’Olimpia.
La Virtus è alle prese con una lunga ricostruzione societaria con l’obiettivo di sopravvivere al meglio, ma senza fare il passo più lungo della gamba, ma rimane comunque una sfida affascinante perché giocare contro la V nera a Casalecchio è sempre una sfida ostica. Lo sa bene anche coach Luca Banchi visto che proprio l’anno passato su questo campo la sua EA7 si fermò nel mese di novembre. Adesso l’Olimpia è in un ottimo momento, arriva da sette successi consecutivi che l’hanno riportata anche al primo posto in campionato (seppur condiviso con Venezia) e nel nuovo anno inizierà presto a giocare visto che già il 2 gennaio al Forum ci sarà la gara di Top 16 di Eurolega contro i russi di Novgorod: «Il nostro 2014 si chiude con la trasferta di Bologna – dice il coach biancorosso – affrontiamo una squadra fin qui capace di ottenere sei vittorie (la Virtus ha 10 punti in classifica per il -2 di penalizzazione con cui è partita per irregolarità amministrative, ndr) a testimonianza della competitività di un organico eccellente, ben organizzato e molto futuribile. Giocare in una cornice ambientale importante come quella di Bologna sarà di stimolo per tutte e due le formazioni, che vorranno fornire una prestazione di alto profilo per proseguire il momento positivo che entrambe stanno attraversando». La formazione bolognese è allenata da coah Giorgio Valli, passato anche sulla panchina di Milano come assistente per una stagione, nel 2010-2011, ma nato e cresciuto in Virtus visto che il suo contatto con il settore giovanile della società bolognese è addirittura data 1982. Leader incontrastato della Granarolo Bologna è Allan Ray che sta viaggiando a 17.2 punti a partita addirittura con il 50% da 3 e proprio dall’arco ha scagliato la tripla allo scadere che ha permesso alla Virtus di sbancare Pesaro nel giorno di Santo Stefano. Sotto canestro invece è Okaro White che dovrà lottare contro i lunghi milanesi forte di 12.6 punti e 6.8 rimbalzi. Chi si sta mettendo in evidenza con la Virtus è Simone Fontecchio, ala classe 1995, già decisivo nel in un paio di partite con canestri vincenti all’ultimo secondo e capace di segnare 8.0 punti di media a partita. Diretta alle 21 su TeleLombardia (canale 10 dtt) e Milanow (canale 191 dtt), oltre che su Radio Hinterland (94.6 fm, www.radiohinterland.com). Sandro Pugliese da “Il Giorno”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>