L’OLIMPIA È IN CRISI D’IDENTITÀ

barcellonaUN’ALTRA debacle certifica ancora di più l’ultimo posto in Eu-rolega dell’Olimpia Milano che crolla anche al PalauBlaugrana con il non irresistibile Barcellona di questa stagione (un solo successo nelle precedenti sei gare). Ma in questo momento tutte le formazioni di Eurolega sembrano essere delle montagne impossibili da scalare per i giocatori milanesi, questa volta già completamente estraniati dalla gara fin dai primissimi minuti. 130 assist su 33 canestri de- gli spagnoli permettono di capire ancora di più i gravissimi problemi difensivi che la squadra biancorossa continua a palesare. Così non servono a nulla i 27 punti (5/5 da 2, 5/9 da 3) di Sanders, perchè è in retroguardia che poi l’EA7 rovina tutto. I catalani viaggiavano a 70 punti di media, in questo caso già raggiunti prima del termine del terzo periodo, chiudendo poi 19 punti sopra la media, dati che evidenziano ancora di più i problemi di un pozzo che sembra davvero senza fondo. Sette sconfitte consecutive che stanno minando la stagione europea in cui sostanzialmente adesso può contare solo provare a trovare una buona figura visto che i playoff sembrano davvero irraggiungibile già a un passo dal termine del girone d’andata con ben 16 partite ancora da giocare. L’INIZIO dimostra che è cambiato poco rispetto al disastro di mercoledì (al di là dell’assenza per mal di schiena di Simon), tanto che dopo 5′ i blaugrana sono già scappati via sul 20-6 con le iniziative di un dominante Tomic già a quota Ilei soliti enormi problemi difensivi che concedono ben 32 punti a quello che si presentava come il peg-gior attacco dell’Eurolega. Il secondo periodo è sulla stessa lunghezza d’onda tanto che all’intervallo il Barcellona è padrone della partita sul 49-35. La ripresa parte di nuovo malissimo con 5 punti in fila dei padroni di casa che volano via subito sul 54-35. Così, esattamente come contro il Panathinaikos, gli ultimi 15 minuti diventano una lenta agonia in attesa che finisca la partita, con una ulteriore serie di errori difensivi imbarazzanti scivolando fino al -21 come massimo scarto. E ora, appena dopo Natale, si giocherà il big-match della serie A contro Reggio Emilia. Sandro Pugliese da “Il Giorno”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>