L’AX INTERROMPE LA RISALITA A MALAGA

ea7-malagaSI SPEGNE sul più bello il sogno dell’Armani Exchange di sbancare il campo di Malaga in Eurolega terminando il carburante nel momento migliore del match, sul +6 a 5 minuti dalla fine, perdendo con il punteggio di 74-71. Da quel momento l’AX segna solo 3 punti e si vede sorpassata sullo striscione del traguardo da padroni di casa, come troppe volte è già successo in questa stagione. Così diventa inutile la discreta prestazione fino a quel momento di Goudelock, autore di 18 punti (ma con 6/19 al tiro), trovando finalmente qualcosa da Bertans (3/6 da 3) che, però, ha sostituito un deficitario Jerrells (0/4 da in 10′). Partenza choc per i biancorossi che vanno subito sotto 12-2 a Malaga dopo 3′, ma FAX si ridesta subito tornando a contatto 12-10 con un doppio “2+1″ di Goudelock e Tarczewski, impattando poi con 5 punti in fila di Micov a quota 20 al 9′. Malaga riprende subito quota (26-20), ma la difesa milanese regge il colpo e subendo solo 3 punti nei primi 5′ del secondo quarto rimane a contatto (29-26) e con un break firmato Bertans scavalca 29-32. All’intervallo i biancorossi trovano anche il +7 (35-42) con il canestro di Goudelock sulla sirena. La ripartenza è di marca andalusa, tanto che dopo 3′ l’Unicaja impatta 42-42, e ancora fine 3° periodo il punteggio è di 55-53 per i padroni di casa. Due triple filate di Theodore e Bertans ridanno subito smalto all’AX (55-59), un’altra del play Usa il 60-66 al 35′, ma i lunghi di Malaga rintuzzano il break sul 64-66 al 37′, mentre Diaz firma il sorpasso (67-66) e Nedovic la chiude dalla lunetta 72-69 a -14″, mentre l’ultimo attacco biancorosso rimane infruttuoso. Sandro Pugliese da “Il Giorno”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>