BASKET: MILANO PIEGA BRESCIA ED È BAGARRE IN VETTA ALLA CLASSIFICA.

theodore-bresciaQUESTA VOLTA non è Milano a spaventarsi davanti allo striscione del traguardo, ma è proprio l’Olimpia a trovare il guizzo giusto nel momento più difficile della sua gara rendendo vincente l’assalto alla capolista Brescia per 74-71. Una partita di alta classifica in tutto e per tutto che ha legittimato il primo posto in classifica della Leonessa, ma ha anche rimesso in piedi l’EA7 che non si è arresa davanti al destino che sembrava inesorabile dopo il solito gran primo tempo. E il cuore della coppia tricolore Cinciarini-Pascolo a fare la differenza nel finale, ancora di più dei 32 punti realizzati in coppia da Theodore e Goudelock, ancora orfani del terzo “tenore” Terrells fermo, come a Malaga, a 0 punti. Il play biancorosso suona la carica cambiando l’approccio difensivo della squadra negli ultimi 3 minuti (solo 2 punti subiti), Pascolo fa la giocata della partita sul -1, sfilando la palla a Landry e chiudendo in contropiede con il canestro del sorpasso. Giocate decisive che danno all’EA7 il secondo posto. Brescia si rammarica per l’occasione persa nel finale, con un ultimo periodo in cui non è bastata una grande difesa (solo 3 punti subiti nei primi 7′) bloccandosi sul più bello con qualche forzatura di troppo di Landry che ha chiuso con 5/16 dal campo, mentre è stata fatale l’uscita di Hunt (7/11 da 2) per falli al 37′ (da quel momento 11-2 di break per l’Olimpia). LA PARTENZA biancorossa è tutta targata Theodore con 13 punti in fila del suo play che la lanciano sul 18-8 dopo 5 minuti. È la panchina di Brescia con Moss che dà la carica alla Leonessa tornando in partita sul 22-16 a fine primo periodo. Milano, però, in attacco sembra una macchina perfetta alternando le triple di Micov e Cinciarini con un Gudaitis perfetto sotto le plance, così vola via fino al 37-22 al 14′. Qui si ferma la magia, la Germani rientra questa volta sostenuta dall’energia di Hunt e Landry (39-41), ma PEA7 non si scompone e ritrova il canestro con Pascolo e Goudelock per ritrovare sicurezza sul 45-31 al 19′. Brescia mostra il proprio carattere e rimane aggrappata alla partita (55-50), Milano sembra reagire nel modo giusto con Abass e Theodore (60-50), ma proprio in quel momento la Leonessa piazza un mortifero 0-12 di breaK che MILANO: Goudelock 13, Micov 7, Bortolani ne, Pascolo 9, Tarczewski, Cinciarini 8, Cusin, cambia l’inerzia della gara lanciando i bresciani 60-62 al 30′. Le squadre non segnano più (63-64), ma è Brescia la prima a sbloccarsi con Moss e Michele Vitali che fanno volare via la Leonessa (63-69) al 36′. Questa volta Milano riprende il filo del discorso, con i liberi Abass 6, Theodore 19, Bertans, Jerrells, Gudaitis 12. Ali: Pianigiani. BRESCIA: Moore 13, Hunt 16, LVitali 5, Landry 15, Ortner 4, Veronesi ne, Traini ne, M Vitali 6, Moss 8, Sacchetti 4, Bushati. Ali: Diana. di Theodore, mentre Cinciarini le dà verve in difesa (68-69). Il sorpasso, a -53″, lo firma Pascolo con un contropiede dopo aver rubato il pallone a Landry, poi è Goudelock dalla lunetta, con 4 tiri liberi, a firmare la vittoria. Sandro Pugliese da “Il Giorno”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>