MILANO SI SPEGNE PRESTO

bertans-cskaFINISCE MALE di nuovo in Eurolega per l’Olimpia che viene schiantata dal CSKA Mosca corsaro al Forum per 81-107. Un’altra ripassata per i biancorossi con la paura che il girone di ritorno possa diventare un’agonia come nella scorsa stagione. Eppure fino al 25′ c’è stata partita con i milanesi a contatto sul 54-60 prima di spegnersi letteralmente. Assente Theodore per infortunio, minutaggio ultra-limitato per Goudelock e Jerrells, qualche scelta Pianigiani l’ha comunque fatta con un quintetto «all white» che sia a inizio gara che a inizio terzo periodo è l’unico che ha realmente dato qualche soddisfazione rimanendo in partita. Bertans conferma il periodo di crescita con 4/7 da 3, mentre Goudelock fa il primo 0 della sua storia in Eurolega I russi partono subito forte scappando 2-8 dopo un paio di minuti, ma FAX prova a reagire sorpassando 13-10 con la tripla di Micov al 6′. Sarà, però, l’unico vantaggio della partita dei milanesi che subito vengono ricacciati indietro dal CSKA con le magie di De Colo 15-23. E’ M’Baye a dare un po’ la sveglia ai biancorossi (11 punti nel solo 2° periodo) ripartendo anche Milano ad un passo sul 24-27, ma è recupero effimero perché poi si accende di nuovo la luce di Rodriguez e De Colo proprio con il francese che allo scadere di tempo fissa il punteggio sul 36-50 all’intervallo. Nella ripresa invece il rientro dell’Olimpia con le triple di Bertans e Kuzminskas è solo un fuoco di paglia (54-60). Poi la squadra crolla letteralmente. Il CSKA gioca al gatto con il topo e appena FAX accorcia i russi tornano in controllo toccando aggiornando il vantaggio al 30′ sul 61-77 e nell’ultimo quarto vola via fno all’81-107 finale. Sandro Pugliese da “Il Giorno”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>