A MILANO È VENEZIA CHE SE LA GODE

goudelock-veneziaINCIAMPA di nuovo al Forum l’Emporio Armani che non riesce a chiudere bene il girone di andata e viene mandata in confusione dalle difese miste di Venezia che vince con personalità per 80-84. Con questo ko l’EA7 chiude al 3° posto e incontrerà Cantù in un affascinante derby di Coppa Italia. Alla presenza del presidente del Coni Giovanni Malagò («la situazione che si vive tra l’ente privato Eurolega e Fiba Eurolega è davvero un qualcosa di atipico, ma la Federazione fa bene ad andare avanti per la sua strada L’EA7 parte subito forte con un Goudelock frizzante (8-2), ma Venezia (applauditissimo Cerella alla presentazione) rimane sul pezzo passando avanti con le triple di Orelik e le folate di Haynes sul 15-19. Si va a folate, prima è il momento di Milano che si affida alla linea del Baltico impattando con Gudaitis (4 liberi in fila per il 25-25) e sorpassando con Bertans (31-27). II contro-break invece è firmato dall’ex di turno Haynes che trascina i suoi a +7 con un parziale di 2-13. Mentre sono due triple di Theodore e Goudelock (da metà campo allo scadere) e riportare a un passo l’EA7 43-44 al 20′. La gara vive di parziali, molto intenso quello creato da solo da Goudelock che con 6 punti consecutivi dà il vantaggio a Milano sul 54-52 al 27′. Venezia sembra mettere una pietra sulla partita quando con un break di 1-13 apre il quarto periodo (61-72). E invece la reazione firmata Goudelock-Gudaitis riaccende improvvisamente la gara (71-74 al 38′). Haynes, con un tiro folle a 50″ dalla fine la richiude di nuovo e due triple, altrettanto pazze, di Goudelock ridanno l’80-81. Watt segna un libero a -9″ (80-82), mentre l’americano non riesce a compiere la terza magia e Milano china la testa. sandro Pugliese da “Il Giorno”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>