DAL DOMINIO AI BRIVIDI POI L’AX CANTA VITORIA

theodore-vitoriaDal dominio ai brividi poi l’AX canta Vitoria Black out Milano conduce a lungo, tocca il +13 e si spegne, rivede i fantasmi ma vince la volata nelle stranezze della coppa biancorossa c’è il fatto che tutte le 6 vittorie milanesi siano arrivate solo nelle settimane del doppio turno. È Theodore l’eroe della serata con il canestro a 0.6″ dalla sirena conclusiva che permette a Milano finalmente di vincere un finale equilibrato. Il play ci aggiunge anche 8 assist, oltre ad aver tirato con 5/11 dal campo, mentre Goudelock ancora risponde presente con 3/6 dall’arco, allo stesso modo di Gudaitis (nella foto) che gioca ancora una gara solida da 3/3 al tiro e 7 rimbalzi. I baschi spingono con il turbo (9-2), ma l’AX reagisce subito con Micov e Theodore chiudendo il primo periodo avanti 19-22. L’Olimpia inizia a crederci all’intervallo quando scappa via sul 36-47, tocca anche il massimo vantaggio sul +13 (59-72) quando Theodore realizza al 34′. Poi arriva il black out che rischia di rovinare tutto per davvero. Vitoria non solo si riavvicina, impatta con Shengeila a quota 77 (a l’30″ dalla fine), sorpassa con Beaubois a -18 sull’82-81. Sembra il solito incubo, Goudelock si perde in palleggi, ma questa volta ha la lucidità di pescare Theodore che buca la difesa e a 6 decimi dallo scadere appoggia il canestro della vittoria. Sandro Pugliese da “Il Giorno”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>